Presentare domanda per assegno di maternità

  • Servizio attivo

Servizio per la fruizione di contributo economico concesso alle madri non occupate o non aventi diritto al trattamento di maternità, per nascite, adozioni e affidamenti preadottivi


A chi è rivolto

L'assegno di maternità può essere richiesto dalla madre del bambino/a, residente con il neonato/a nel Comune, per l’adozione o l’affidamento preadottivo di un minore di età non superiore ai 6 anni (o ai 18 anni in caso di adozioni o affidamenti internazionali). Sono previsti altri richiedenti solo in casi particolari (il padre in caso di decesso della madre o abbandono da parte della madre, il tutore in caso di madre minorenne, ecc.). In caso di madre minorenne la domanda può essere presentata, in nome e per conto della stessa, dal genitore esercente la potestà ovvero, in mancanza, da altro legale rappresentante.

Descrizione

L'art. 74 della L. 26.03.2001 n. 151 e successive modificazioni garantisce un contributo concesso dal Comune tramite l'INPS alle mamme che non beneficiano di un trattamento previdenziale di indennità di maternità in caso di nascita di un figlio o affidamento preadottivo o adozione senza affidamento o che percepiscono un'indennità inferiore all'importo del contributo stesso. Nel caso di nascite gemellari, l'assegno viene moltiplicato per il numero dei figli nati. Qualora l'interessata abbia beneficiato di trattamenti economici o previdenziali per importi inferiori all'Assegno di Maternità, è possibile presentare domanda per ricevere la differenza.

Come fare

Puoi richiedere l’assegno direttamente online. Sarà successivamente possibile seguirne lo stato d'avanzamento della richiesta nella propria area personale.

L'indirizzo che fornirai nel campo "E-mail contatto" sarà quello in cui riceverai le eventuali comunicazioni telematiche inerenti la pratica.

Cosa serve

Per accedere al servizio, assicurati di avere:

  • attestazione ISEE per prestazioni agevolate rivolte ai minorenni in corso di validità;

  • copia di valido titolo di soggiorno per l’accesso alla prestazione nei casi previsti;

  • dichiarazione Ente Erogatore del trattamento economico o previdenziale percepito (solo in caso di richiesta della differenza tra indennità percepita e ammontare complessivo dell'assegno di maternità);

  • dati del conto bancario o postale su cui ricevere l'accredito intestato o cointenstato alla madre richiedente.

  • SPID (Sistema Pubblico per la gestione dell'Identità Digitale), Carta identità elettronica (CIE);

Cosa si ottiene

Qualora avente diritto, la richiesta verrà accettata e riceverai l'assegnazione dell'Assegno di Maternità. Verrà successivamente erogato in unica soluzione alle madri prive di trattamenti economici previdenziali di maternità, e in quota differenziale alle madri che hanno diritto a trattamenti economici previdenziali per importo inferiore a quello dell'assegno. INPS provvederà alla materiale erogazione del beneficio.

Tempi e scadenze

Le domande devono essere presentate entro 6 mesi dalla data del parto. Il Comune verifica la completezza delle informazioni e dei documenti allegati nonché la sussistenza dei requisiti preliminari soggettivi ed economici entro 30 giorni, salve le cause di sospensione e/o interruzione del procedimento previste dalla normativa.

Quanto costa

La richiesta non prevede alcun costo.

Accedi al servizio

Presentare domanda per assegno di maternità

Oppure, puoi prenotare un appuntamento e presentarti presso gli uffici.

Ulteriori informazioni

Per ogni ulteriore informazione si prega di contattare l’ufficio preposto.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Argomenti:

Pagina aggiornata il 24/07/2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2
Inserire massimo 200 caratteri